Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
 

AllargamentoAutonomia e sovranità: implicazioni di sicurezza del 5G

12/21/2020
Il 5G e il “nuovo” paradigma di sicurezza dell’Unione europea. Regole a tutela di autonomia tecnologica e sovranità

La rete 5G, per la connettività pervasiva e l’automazione intelligente che induce, è destinata a costituire la piattaforma tecnologica portante della società e dell’economia del futuro. Tuttavia le sue vulnerabilità potrebbero essere sfruttate per compromettere infrastrutture critiche, sottrarre dati sensibili e personali, incidere sugli stessi processi democratici ormai sempre più basati sulle infrastrutture digitali. Benché l’approccio al riguardo sia diversificato da paese a paese, trattandosi di sicurezza nazionale, la risposta dell’UE assume le forme di un “nuovo” modello, integrato e olistico, basato su un quadro articolato di regole, secondo le competenze attribuite dal Trattato UE.

L’obiettivo è quello di proteggere dati, sistemi e reti secondo i più elevati parametri di sicurezza. In una dimensione globale in cui si scontrano Stati Uniti e Cina, l’autonomia tecnologica dell’UE diventa condizione per l’esercizio di una sovranità che consenta agli Stati membri di tutelare sicurezza e interesse nazionale fronteggiando il rischio di influenze estere e minacce cyber, in linea con la propria collocazione atlantica. Alla base, la consapevolezza che garantire integrità e sicurezza delle reti 5G comporta la verifica tecnica dell’intera “catena di fornitura” (supply chain) e l’adeguatezza dei vari contraenti anche sotto il profilo strategico e regolamentare. Il che significa rendere efficiente e competitivo il sistema produttivo, a beneficio di cittadini e imprese. In sostanza, con riferimento al 5G l’UE ha avviato un cantiere normativo che riqualifica la propria azione anche a livello strategico, basato su un assetto giuridico a geometria variabile ed un concerto istituzionale simile a quello a suo tempo previsto in tema di comunicazioni elettroniche. Si tratta di un strategia multilivello a cui sono chiamati a contribuire soggetti pubblici e privati, istituzioni e imprese, a cui l’UE offre una serie di strumenti condivisi che ogni Stato membro può utilizzare per fronteggiare le minacce e mitigare i rischi secondo un approccio armonizzato, a salvaguardia dello stesso mercato unico. In tal senso il ruolo di stimolo e guida che l’Unione europea sta esercitando sul piano normativo assume anche rilevanti riflessi geopolitici, in sintonia con la sua storia e a protezione dei suoi valori.

Report PE – 5G Cyber – M. Mensi

https://www.annabonfrisco.eu/wp-content/uploads/2021/03/BONFRISCO-14.jpg
Bruxelles
Parlamento europeo Bât. ALTIERO SPINELLI 06F371 60, rue Wiertz/Wiertzstraat 60 B-1047 Bruxelles/Brussel
Strasburgo
Parlamento europeo Bât. SALVADOR DE MADARIAGA G06003 1, avenue du Président Robert Schuman CS 91024 F-67070 Strasbourg Cedex